I CRESPINESI RACCONTANO CRESPINO

itCrespino

COMITATI SCUOLA STORIA

Centenario della Scuola Materna Papa Pio XII e Nido Integrato

Scuola Materna "Papa Pio XII"

Quella che affronteremo oggi è una storia che affonda le sue radici nel 1920. Si tratta di un istituto che negli anni ha accompagnato le generazioni ed ha fortificato la storia di Crespino. Stiamo parlando della “Scuola Materna Papa Pio XII e Nido Integrato” che nel 2020 celebra il suo primo centenario di attività a servizio della comunità. La scuola materna ha saputo adattarsi all’evolversi dei tempi mantenendo quello spirito di innovazione che la distingue a livello formativo. 

L’origine della scuola materna ed il lavoro delle suore

E’ il 1920 quando per la prima volta nei documenti dell’archivio parrocchiale si inizia a parlare di “scuola dell’educazione femminile e asilo” che all’epoca era guidata da suor Clementina Bassano. Questa storia inizia nei primi anni del ventesimo secolo, un periodo incandescente socialmente e politicamente. Siamo nella fase che precede il fascismo, era appena finita una Guerra mondiale e se ne stava prospettando un’altra. Dal punto di vista demografico la situazione era molto positiva. A fronte di quasi 6000 crespininesi, ogni anno, si celebravano una sessantina di funerali e circa 150 battesimi. Un dato che ci evidenzia la necessità della creazione di una scuola materna in grado di aiutare i bambini nella formazione e crescita psicofisica. Prova ne sono i dati degli anni venti che registrano un inizio di attività scolastica con ben 80 bambini iscritti all’asilo. Il primo istituto sorse nell’attuale Bar Centrale, a fianco di una chiesa in stile gotico che era utilizzata dalle suore “Serve di Maria Riparatrice“. Queste, fino al 1986 svolsero un’importante lavoro nella comunità, in primis con l’educazione dei bambini e la cura dei malati nell’ospizio comunale.

Oratorio Gotico

L’alluvione del ’51 e la nuova scuola

Avvicinandoci ai giorni nostri dobbiamo obbligatoriamente ricordare la tragica alluvione del 1951 che nel territorio polesano fu nefasta e causò desolazione ed emigrazione. Questo fatto fu l’inizio del calo demografico che ci condusse alla triste situazione attuale. Finita l’alluvione e ritornati alla normalità ci si accorse che lo stabile del Centro Sociale non era più funzionale all’attività scolastica pertanto nel 1952 accorse in aiuto la diocesi di Genova e il cardinale Giuseppe Siri che donarono i fondi necessari per la nuova costruzione. Il parroco di Crespino, don Armando Tenani, comprò il terreno retrostante il Museo della Canonica permettendo così l’inizio dei lavori. Nel 1953 lo stesso mons. card. Giuseppe Siri volle personalmente benedire il nuovo plesso scolastico.

Scuola Materna Papa Pio XII e nido integrato, l’inizio di una nuova storia

Inizia così un nuovo periodo per l’istituto.  Nel 1983, sotto la presidenza di Alberto Fogagnolo e la direzione di suor Agata, viene inserita la prima insegnante laica. Pochi anni dopo, nel 1987 le suore vengono ritirate da questo servizio e la scuola viene denominata associazione “Scuola Materna Papa Pio XII”. Diventa così un istituto di ispirazione cristiana con personale laico e senza scopo di lucro. Da quel lontano ’87 passeranno ancora 20 anni prima che lo Stato riconosca questa scuola “paritaria” con la legge 62 del 2000. Il terzo millennio è stato fin dagli inizi un periodo di rinascita in quanto urgeva la necessità di un cambiamento che riaccendesse lo spirito dell’istituto all’interno della comunità. Così, con legge regionale n. 32/90, dal 2001 è stato istituito il nido integrato, offrendo così un servizio completo di crescita sin dai 12 mesi. La scuola è iscritta alla F.I.S.M. ed è gestita da un comitato formato da 5 soci di diritto (parroco pro-tempore, direttore della scuola, rappresentante consiglio pastorale, rappresentante dei beni ecclesiastici e rappresentante della F.IS.M.) e 4 soci aggregati ( genitori degli iscritti e rappresentante del comune).

logo scuola materna e nido integrato

I volti del centenario

Importante negli anni è stato il contributo dei parroci che si sono susseguiti a partire dal 1920 con don Secondo Porta, passando per Armando Tenani, Carlo Libanori, Padovan Ettore, Luigi Palmieri, Giuseppe Navarro, Afro Borgato, Mario Qualdi fino a don Graziano Secchiero. In questo secolo tanti sono stati i presidenti che ne hanno tenuto le redini permettendo il mantenimento del servizio fino ai giorni nostri. Tra questi ricordiamo: Don Mario Qualdi, Tenan Giulio, Cappellacci Maria Pia, Rizzi Maurizio, Fogagnolo Alberto, Turolla Sergio, Romanin Floriana Patrizia, Ghedini Donatella, Raisa Michele, Poletti Paolo, Giaretta Eleonora e Gianbattista Pavan. Non di minore importanza, al giorno d’oggi, sono tutti i volontari che giornalmente si adoperano per la “Scuola Materna Papa Pio XII e Nido Integrato“, permettendo così di avere un edificio scolastico moderno, curato e funzionale, con un servizio di eccellenza. Infine vorrei ricordare tutti gli enti che si sono resi disponibili economicamente per la sussistenza dell’istituto, tra cui la Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, la Regione Veneto e le varie Amministrazioni Comunali.

Personale Scuola Materna
Centenario della Scuola Materna Papa Pio XII e Nido Integrato ultima modifica: 2020-02-28T09:00:00+01:00 da Gianmaria Alberghini

Commenti

To Top