I CRESPINESI RACCONTANO CRESPINO

itCrespino

ASSOCIAZIONI DE EMIGRATI EMIGRAZIONE

Veneti in Sud America, e leadership economica da conquistare

Veneti in Sud America - Veneto con il leone alato

Veneti in Sud America, il 35,5%; dell’immigrazione andata e anche ritorno. Lì risiede circa il 34,1% d’italiani. I registri dell’AIRE (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero), mostrano un’emigrazione in America Latina; anche di ritorno.

Veneti in Sud America - Veneto diviso in aree

In Brasile si registra un’emigrazione; con una prevalenza di chi ha dai 50 anni in su. L’analisi dei dati evidenzia una circolarità di movimenti complessa tra Italia e America Latina. Essa è fatta di elementi legati alla cittadinanza iure sanguinis; alle condizioni economiche dei singoli paesi sudamericani e a quelle del rapporto tra Italia, paesi sudamericani.

Veneti in Sud America

Le leggi italiane ben strutturate; consentono una circolazione ambivalente. Inoltre, un dato strutturale da segnalare è che i flussi di ritorno in Italia; risentono del ciclo economico contingente. Ciò fa aumentare o diminuire le presenze; come dimostra il caso venezuelano oggi. Proprio il caso venezuelano; serve a illustrare come sia in corso una competizione geo-politica della Spagna.

Veneti in Sud America - Passaporto con il timbro

Soprattutto dal 2018 e con i governi Sanchez; si sta provando a recuperare il protagonismo internazionale, proprio nei rapporti con l’America Latina. Tuttavia è innegabile che c’è lo spazio da occupare; perché l’Italia affermi una naturale posizione di leadership in Sud America. Tutto ciò nel rapporto tra UE e America Latina; soprattutto dopo la firma dell’accordo UE-Mercosud del 2019. Questo deve significare di dover guardare alla comunità italiana nell’area; e alle opportunità legate a esportazioni commerciali importanti.

Veneti in Sud America e di ritorno nel Veneto

Nondimeno, la vera sfida è quella di saper coniugare le strategie economiche con la valorizzazione dei legami culturali; che in questi anni riscopriamo fortissimi. Un esempio è quello tra Argentina, Venezuela e Brasile; e l’attrazione dei titolari di passaporto italiano e italo discendenti altamente scolarizzati. Ai cittadini italiani titolari di passaporto; si aggiungono in ciascuno di questi paesi (soprattutto i più grandi). Molti milioni d’italo discendenti; tra i quali diverse centinaia di migliaia, hanno già chiesto il riconoscimento della cittadinanza italiana. Per cui si tratta di una popolazione che, già nei prossimi cinque anni; potrebbe superare abbondantemente i due milioni di titolari di passaporto. Solo queste Nazioni, come Argentina con 842.615 cittadini, Brasile con 447.067, e Venezuela con 112.232; vantano cifre importanti.

Italo discendenti

Questo universo, all’interno del quale si colloca un numero alto di cittadini che non parlano l’italiano; o lo parlano a stento. Altri che non hanno mai visitato l’Italia; è comunque legato in qualche modo all’Italia. Il legame è forte; perché si avverte come luogo delle origini. Si sente con orgoglio; la matrice culturale di provenienza.

Veneti in Sud America - America Latina con un cuore italiano

Si avverte quindi, comunità valoriale; e si vuole mantenere un legame con la madrepatria. Lo testimoniano anche le storiche e numerose associazioni italo-latinoamericane. Esse sono regionali; e anche di mutuo soccorso. Tuttavia ci sono patronati; società a carattere sportivo, culturali, religiose e politiche. Queste associazioni sono circa 6.000. E molte sono nate negli ultimi decenni. Ad esse si aggiungono; i numerosissimi gruppi social. Ciò a dimostrazione di quanto il canale associativo sia ancora considerato uno strumento di legame col Paese di origine; nelle relazioni con le istituzioni regionali e nazionali italiane.

Iure sanguinis

Ma esse sono anche strumento di relazione; con le istituzioni dei paesi di residenza. Di queste, poi, secondo i dati del Ministero degli Affari Esteri più aggiornati, quelle che sono ammesse a eleggere i consiglieri del CGIE; Consiglio Generale degli Italiani all’Estero. Sono circa 1.662; di cui 640 in America Latina.

made in Italy - Made In Italy

Questa comunità, almeno nel corso dei decenni hanno visto crescere la propria attenzione mediatica; e la mobilitazione istituzionale nei confronti dell’Italia. Ciò con l’istituzione nel 1998 della Circoscrizione estero e l’introduzione; nel 2001, della legge sul voto per corrispondenza. L’intreccio di questi fattori ha prodotto anche un maggior fermento politico nelle comunità. Non trascurabile; infine dal Venezuela, il fatto che registri una presenza AIRE di ben 112.232 cittadini italiani. Nel 2018 ci sono state 4.129 cancellazioni AIRE. Significa che ci sono stati 2.499 trasferimenti in Italia. Questi movimenti sono legati alla cittadinanza iure sanguinis

fonte foto- pngfly.com

Veneti in Sud America, e leadership economica da conquistare ultima modifica: 2020-06-23T09:00:32+02:00 da simona aiuti
To Top