I CRESPINESI RACCONTANO CRESPINO

itCrespino

MITI E LEGGENDE STORIE

Il Po e le leggende che popolano le acque misteriose del fiume

Il Po e le leggende - Biscia de Po

Il Po e le leggende, placido e tranquillo, scorre da millenni, da prima ancora che fosse chiamato Eridano. Poi ancora mutò nome in latino Padus, Pàus, Pàu e infine Po. Scorre il fiume con le sue storie e anche con le sue leggende, e si sa che ogni leggenda popolare ha sempre un fondo di verità.

Il Po e le leggende

Il Po e le sue leggende, sembra stare là muto, rimescola da tempo immemorabile, mormorando storie misteriose, che sopravvivono dalle rive limacciose. Tali leggende che vedono protagonisti alcuni animali fantastici, e anche spaventosi, che si dice abitino ancora lungo le acque, e il loro numero è altrettanto spaventoso.

Il Po e le leggende -  Strega del fiume

Nella Bassa padana si parla ancora della “Borda”, un essere orripilante che improvvisamente afferrava e trascinava nelle acque i malcapitati che camminavano indisturbati. Si narra ancora della “Bosma”, una strana biscia d’acqua orribile, dalle dita palmate e da pericolosi, che di notte, toglie il sonno alle giovani madri. Il rettile, nottetempo succhierebbe il latte dal seno materno lasciando così il neonato a piangere disperato e affamato. Tuttavia, con “Bosma” viene anche chiamata una sorta di uccellaccio vecchissimo con incredibili capacità di profetizzare come una Sibilla. Attraverso i secoli, sono stati davvero tante le creature misteriose che hanno infestato le notti dei contadini.

Il Fojonco, il po e le sue leggende

I contadini, attorno al focolare, raccontavano del “Fojanco”, una sorta di rapace notturno con tre gambe, che faceva razzia nei pollai, scannando le galline, Questo orribile Fojanco non solo sterminava interi pollai, ma prosciugava le botti di lambrusco. Al riguardo, una Cantina vinicola non lontano dal fiume, aveva messo in palio una fornitura vinicola, a chi fosse riuscito a dare prove del mostro. Sembra però che nessuno abbia ancora avvistato questo mostro del Po!

Il Po e le leggende - Pipistrelli  sul fiume

Eppure, forse per goliardia, è nata un’Associazione, dal nome, gli “Amici del Fojonco”. Questi bontemponi si ritrovano in estate per celebrare bevendo lambrusco, la Festa del Fojonco. Ma come ogni leggenda, c’è sempre un fondo di verità, infatti, con il termine Fojonco s’intende in dialetto la Faina. Un’altra creatura mostruosa e temuta dalla cultura popolare contadina, era la “Palpastriga”, che pressappoco significa palpare con malignità. Si tratta proprio di una strega maligna e perfida.

Pietra delle Paludi

La Palpastriga avvolgeva la vittima nelle sue ragnatele avviluppanti, per derubarli dei loro averi e anche delle virtù. Avventurandosi dalle rive del Po, anche nei borghi abitati, spaventando la gente con corpo semi trasparente, quasi evanescente. Anche in questo caso c’è un fondo di verità, poiché la creatura è assimilabile a un pipistrello. Si narra poi ancora della “Pietra delle paludi”, che riportava scolpiti strani segni, donata da una strega a un uomo poi affogò nel fiume.

Il Po e le leggende - Drago sul fiume

Si racconta anche della presenza di fantasmi che avevano avuto a che fare in vita, col grande fiume misterioso. Tra le creature del Po, si ricorda ancora L’Unicorno e il Worbas, due animali mitici difensori del fiume stesso. Inoltre c’è chi giura e spergiura d’aver visto un essere metà uomo e metà animale aggirarsi sulle rive del fiume, oppure dell’uomo coccodrillo; mani e piedi palmati, pelle squamosa e muso allungato.

Unicorno

Un altro mitico essere che abiterebbe le rive del Po, è l’“Homo Saurus”, una specie di rettile umano, viscido e bitorzoluto. Tuttavia non solo lungo il percorso del fiume ma già dal suo inizio si raccontano strane e spaventose storie in prossimità delle sue sorgenti.

Il Po e le leggende - Poiana

Lassù ci sarebbe una grotta nota come “Rio Martino” che, nel Medioevo si riteneva fosse abitata da esseri infernali e spiriti maligni; che con i loro malefici causavano disgrazie e sciagure. Le calamità e le disgrazie cessarono quando alcuni Gesuiti fecero degli esorcismi presso la grotta. Anche il famoso “drago Tarantasio”, abitante del lago Gerundo, pare abbia connessione con l’italico fiume Po.

Il Po e le leggende che popolano le acque misteriose del fiume ultima modifica: 2019-11-12T03:00:36+01:00 da simona aiuti
To Top