I CRESPINESI RACCONTANO CRESPINO

itCrespino

pubbliredazionale EVENTI FESTE E SAGRE

Immacolata Concezione del beato Claudio ed il Cristo di Amedeo Balzan di Crespino

Immacolata - un dipinto pregevole della Madonna
Articolo promozionale

Immacolata Concezione, una festa molto sentita nel Polesine. Crespino ha un ruolo assolutamente di primo piano per devozione, legato proprio “All’Immacolata ed al Cristo” nella sua raffigurazione storica, grazie ad un noto artista locale. Infatti lo scultore Amedeo Balzan, spesso durante la sua lunghissima carriera, ha scolpito meravigliosi crocefissi, prima su argilla e poi sul legno.

Cristo e l’Immacolata

Molti anni fa, Balzan appunto,  scolpì una pregevole statua raffigurante Cristo ed oggi custodita nel Santuario di Lourdes a Chiampo, proprio dove è esposta la statua della Santa Vergine, nelle fattezze in cui si rivelò a Santa Bernardette, realizzata dal Beato Claudio . La Grotta ricostruita, si raggiunge percorrendo un viale di cipressi. Essa attrae quasi un milione di pellegrini all’anno, per volere del Beato Claudio di Granzotto.

Immacolata - La Grotta ricostruita
La scultura di Amedeo Balzan – fonte foto – Wikipedia – Zen41 – CC0 1.0 Universa

Lo scultore di Crepino, molto devoto, a suo tempo, negli anni trenta, si recò proprio a Lourdes, non solo in luna di miele ma anche e soprattutto per pregare. Il luogo sacro dove oggi troneggia la scultura del Cristo di Balzan e l’Immacolata di Claudio, è a Chiampo. Il luogo sacro, costruito e benedetto il 19 settembre 1935, è diventato un’importante meta di pellegrinaggi. Balzan, nasce a Crespino il 15 maggio del 1922, marito di Ines Gianesini per 57 anni e papà di Andrea, don Marco, Anna e Matteo, nella sua vita è stato prima operaio, e successivamente imprenditore nelle fornaci locali.

Il Cristo di Amedeo Balzan

Religioso devoto, ha compiuto tre pellegrinaggi a piedi a Roma: nell’anno santo del 1950, nel 1975 con il figlio Marco e nel 1980 con l’altro figlio Matteo. Ha espresso nell’arte la sua profonda fede in Gesù Cristo, passando dall’argilla, modellando il volto di Gesù e il Crocifisso.

Il Cristo di Amedeo Balzan

E’ quindi passato al faticoso, ma affascinante, lavoro sul legno. Egli realizza in sei anni “il Cristo del secondo millennio” di 6,33 metri donato alla Chiesa del Cristo della strada a Brentino Affi, e “Il Cristo del terzo millennio” di 12,66 metri, donato al Santuario della Madonna di Lourdes di Chiampo in provincia di Vicenza. La scultura, immersa nel verde in prossimità della nuova chiesa in ricordo del Beato Claudio, è stata scolpita in seguito ad un’intuizione artistica e religiosa. Il Cristo del “Terzo Millennio” voleva essere un’importante segno nella speranza che la Cina potesse aprire le porte al Cristianesimo del Terzo Millennio. Tale speranza di un’apertura avanguardista, svanì e così il Cristo venne donato al Santuario di Chiampo. Per la realizzazione sono serviti 8 olmi per la figura del Cristo e 3 frassini per la croce. Una così maestosa scultura, impegno Amedeo Balzan per ben 5 anni. La posizione coricata è simbolo della maestosità di Dio ma allo stesso tempo della sua vicinanza.

Tradizioni e feste a Crespino

La statua della Madonna di splendida bellezza, del beato Claudio, incanta tutti. L’Immacolata alta 1,78 m, è collocata in una nicchia di 2,2. Il beato realizzò, una figura eterea, luminosa che si stacca dalla roccia, dove poggia leggermente i piedi. Ella è tutta tesa verso il cielo, capolavoro di semplicità e bellezza. Ora l’Immacolata troneggia dall’alto, invito alla preghiera e a una vita santa.

Immacolata - Madonna Di Lourdes raffigurata

Nel piazzale ombreggiato da platani, e lastricato di porfido, si trova il monumento a Santa Bernardette Soubirou, costruito da fra Claudio. Ai piedi del pulpito c’è la tomba del frate scultore. Fra Claudio ha dato concretezza all’acclamazione della liturgia: “Tutta bella sei Maria, e macchia d’origine non è in te”. Ha voluto racchiuder in lei un messaggio di bellezza, come via di santità e incontro con Dio. Orbene, dopo molti anni l’8 dicembre, ha ancora un grande significato, molto sentito a Crespino.

Luminarie e mercatini

Si celebra con gioia l’Immacolata Concezione; festa nazionale religiosa e civile, che presenta un doppio volto, spirituale e tradizionale. Per chi ha una fede viva e sentita, si tratta di una delle ricorrenze più importanti, aprendo il cammino dell’Avvento, ovvero delle quattro settimane che precedono il giorno di Natale. Inizia un periodo di riflessione e di gioia. Per tutti gli altri, tale ricorrenza coincide con l’inizio delle feste natalizie; anche perché la tradizione vuole che sia il giorno in cui la famiglia allestisce il presepe e l’albero di Natale. Poi nelle città e i piccoli borghi risplendono le luci dei mercatini. Nei secoli, con l’affermarsi del Cristianesimo, le feste pagane popolari si mescolano al cattolicesimo. Tuttavia, quello cattolico dell’Immacolata Concezione di Maria, un vero e proprio dogma della chiesa fissato da Papa Pio IX nel 1854. Considerando che Maria è stata concepita senza peccato per volere di Dio.

Immacolata Concezione del beato Claudio ed il Cristo di Amedeo Balzan di Crespino ultima modifica: 2020-12-08T09:00:00+01:00 da simona aiuti

Commenti

To Top