I CRESPINESI RACCONTANO CRESPINO

itCrespino

ARTE LO SAPEVI CHE

Le canzoni del Po, tra mito e leggenda

le canzoni del Po - il Po

Le canzoni del Po sono davvero tante. In generale il fiume ispira moltissimo gli artisti e nel caso specifico, esistono tante canzoni dedicate a questo fiume. Tuttavia anche molti altri importanti corsi d’acqua in Italia e nel mondo, ispirano ancora tanta musica.

Le canzoni del Po

Le canzoni del Po’ hanno attraversato il tempo e questa è una delle più divertenti e anche istruttive, poiché cantandola, i bambini, imparano molte cose. Ricordiamo anche Gerardo Carmine Gargiulo, che ha compostoUna gita sul Po”. Egli punta sull’immagine della nebbia, così iconica e suggestiva, poiché suscita emozioni e scenari di un’Italia rurale che forse non esiste più.

Le canzoni del Po -Lucio Dalla E Venditti
fonte foto Wikipedia – pubblico dominio

La canzone è del 1982, e ha avuto un certo successo. Parliamo di una popolarità, se vogliamo, spiegata forse dal ritornello che si fa ricordare per il caratteristico Po-po-po-po. Poi anche quell’accento tutt’altro che padano e particolare. Tra l’altro l’autore, nel 2018 si presenta alle audizioni di X-Factor. Egli decide di presentare questo suo brano, ma non supera le selezioni, pur lasciando una dolce suggestione emotiva. Eppure, anche il grandissimo e compianto cantautore Lucio Dalla in L’auto targata TO canta il Po.

Le canzoni del Po e Lucio Dalla

Egli canta di una famiglia d’emigrati meridionali che inizia la sua vita al nord fatta di sacrifici e tanta salita. La città di Torino in sé, appare quasi epica, con le sue montagne, il parco, e il fiume illuminato. Ma in realtà è il paesaggio che si vede dalla periferia dove la famiglia abita e sconta una difficile esistenza che resta.

le canzoni del Po - Jovanotti durante un concerto
fonte foto – Wikipedia – Gorup de Besanez – CC BY-SA 4.0

La canzone è del 1973, ed è il primo pezzo del primo album con i testi di Roberto Roversi. Certamente Il giorno aveva cinque teste”, evoca invece, atmosfere diverse, e l’immagine del fiume accennata, difficile da cogliere, ma è intensa. Egli disegna in poche parole un’epoca in cui, oltre a un periodo difficile per chi deve integrarsi. Si aggiunge anche lo sfruttamento del territorio, che purtroppo vive l’inquinamento. C’è il Po anche in una canzone di Adriano Celentano, che è Fresco, dal premiato album “La pubblica ottusità”.

Il fiume nella canzone

Qui non c’è il Celentano ambientalista vero e proprio che conosciamo, anche se l’album contiene sempre tutti quei temi tanto cari al “molleggiato”. Tuttavia, ritroviamo il tipico Celentano maschio latin lover, che si lancia alla conquista della donna amata. Dopo un intro che sa vagamente di Susanna, evidentemente con sonorità che tanto gli sono care, egli prosegue ispirato evidentemente dal mitico fiume. Questo forse è l’unico testo di questa serie che abbia un tema amoroso. Però la canzone è ambientata al mare. Il fiume Po è citato solo per evocare l’alternativa “se dici di no mi butto nel Po”. Il fiume immalinconisce, ma resta iconico e fascinoso. Abbiamo anche Sergio Bassi che scrive anch’egli una canzone con il Po protagonista. Egli tra l’altro riceve un premio per la canzone “Fiume Po”, nella prima edizione della “Canzone Ecologica Chico Mendes” di Torino 15 dicembre 1990. Parliamo della sezione “singoli autori”.

Jovanotti

Eppure oltre al Po, nella cultura musicale italiana, sono ancora tanti gli autori che si sono ispirati a fiumi. “Questa di Marinella è la storia vera, che scivolò nel fiume a primavera. La canzone di Marinella di Fabrizio De André, portata al successo da Mina, è una delle canzoni italiane più belle e anche De Andrè cita il fiume come un mito. “Il fiume scorre lento frusciando sotto i ponti”, è una strofa di Vecchio frack di Domenico Modugno, altra canzone molto nota del grande interprete italiano. Modugno evoca una notte, un uomo elegante e sempre un fiume come mistero e destino assieme. Infine, ricordiamo “Un pianeta in un sasso, l’infinito in un passo. Un riflesso di un sole sull’onda di un fiume. Son tornate le lucciole a Roma, in Baciami ancora di Jovanotti. Infine, come non evocare un così grande successo?

Le canzoni del Po, tra mito e leggenda ultima modifica: 2020-03-31T09:00:42+02:00 da Simona Aiuti
To Top