CIBO TRADIZIONI

Faraona al Merlot, incanto tra i vini del Polesine

Faraona al Merlot - una faraona appena cotta

Faraona al Merlot del Bosco Eliceo, preparata con un vino che desidera particolare umidità, le nebbie, l’aria, il terreno salmastro per la vicinanza del mare. Vini particolari quelli polesani e certamente ci consentono di preparare qualche leccornia per palati sopraffini!

faraona la merlot - Tavola imbandita

Perché non sfruttare al meglio quel rosso rubino con riflessi violacei, leggermente erbaceo dono della vite e della natura? Perché non assaporare nell’arte culinaria il merlot secco, sapido, armonico, tranquillo o vivace?

Faraona al Merlot del Bosco

La Faraona al Merlot si può preparare appunto con un vino che “sgorga” in condizioni ambientali particolari; sono veramente peculiari, visto che si tratta di suoli sostanzialmente sabbiosi che si estendono lungo una fascia molto stretta, a ridosso del Delta del Po.

faraona al merlot - Faraona che bruca

Unica eccezione, l’area che si spinge maggiormente verso l’entroterra e si caratterizza per suoli di bonifica; gode di  una maggiore presenza di limo e argilla in superficie, e sabbiosi oltre i 50 cm di profondità. La vicinanza del mare consente di avere una buona escursione termica tra il giorno e la notte che dona dolcezza al vino. In questa zona vengono coltivate le uve da cui si ricavano i quattro vini tutelati dalla DOC BOSCO ELICEO, ovvero: Fortana DOC Bosco Eliceo; ma anche Merlot DOC Bosco Eliceo, Bianco DOC Bosco Eliceo e Sauvignon DOC Bosco Eliceo.

Ingredienti per la Faraona

Per la nostra ricetta, che andrà bene per circa sei persone,  abbiamo bisogno di una faraona del peso più o meno di 1,200 kg. Se dal vostro macellaio di fiducia potete trovarne una da 1,500 Kg andrà anche meglio. Preparate a portata di mano tre cucchiai d’olio extravergine d’oliva, almeno 30/50 g di funghi secchi e una bella cipolla fresca. Procuratevi naturalmente un bicchiere grande di Merlot del Bosco Eliceo e per le erbe aromatiche, ci orienteremo sultimo secco, e un pizzico di farina; infine, sale e pepe macinato se piace.  

Preparazione della Faraona al merlot

Fate ammorbidire i funghi secchi in una ciotola d’acqua tiepida. Nel frattempo, su un tagliere, affettate finemente la cipolla a dovere. Successivamente, svuotate dalle interiora la Faraona, lavandola con abbondante acqua corrente, operazione fondamentale, poi fiammeggiatela a dovere in ogni parte.

faraona al merlot - Vinello appena aperto

E’ buona norma spuntare le alette, e spezzarla in ottavi, o a pezzi più grandi se credete, incidendola alle articolazioni. Lavate ancora la faraona e asciugatela con un panno o della carta assorbente, avendo cura d’infarinarla leggermente da ogni parte. Nel frattempo scaldate l’olio in un tegame largo e capiente, facendo rosolare la Faraona, avendo cura di girarla continuamente con una pinza nel tegame. Quando vedrete che la carne è uniformemente ben dorata, dopo circa dieci quindici minuti, toglietela dal tegame. Rovesciate nella padella, o nel tegame tutta la cipolla precedentemente tritata e lasciatela rosolare bene fino a che diventi dorata.

Merlot e cottura

Quando la cipolla avrà preso un bel colorito, rimetterete la carne nella padella. Adesso dovrete condire la carne tutte le erbe, compreso sale e pepe, facendola insaporire per qualche minuto nel soffritto. Solo ora bisognerà aggiungere il bicchiere di vino, coprendola e proseguendo la cottura per una mezz’ora a fuoco moderato. Assaggiate il fondo con una paletta, e se occorre, aggiungete ancora un pizzico di sale.

faraona al merlot - Faraona In Piatto

Dopo una decina di minuti, aggiungete i funghi che avete strizzato un po’ per eliminare l’acqua residua e se piace, sminuzzati. Fate attenzione a restringere bene la salsa nel tegame per qualche minuto a fuoco vivace. Dopo venti minuti la faraona è pronta, e si può impiattare su un piatto da portata, coprendola con la salsa al  vino di cottura. Ricordate che la faraona al vino va servita calda, per sprigionare gli aromi e un sapore più corposo.  

Fonte foto – Twitter

Simona Aiuti

Autore: Simona Aiuti

Mi chiamo Simona Aiuti, sono giornalista, web editor e autrice di romanzi. La scrittura è parte di me; amo la letteratura, esplorare i mutamenti del costume, la storia, lo sport, e l’arte. Mi piace visitare i musei, le mostre. Sono affascinata dall’inconoscibile e curiosa del mondo.
Faraona al Merlot, incanto tra i vini del Polesine ultima modifica: 2019-10-22T09:00:40+01:00 da Simona Aiuti

Commenti

To Top