I CRESPINESI RACCONTANO CRESPINO

itCrespino

CIBO COSA FACCIAMO

La smeggiassa, l’antica torta del Polesine

la smeggiassa - la torta sfornata

La smeggiassa è una ricetta originaria del Polesine. Preparare la smeggiassa è un po’ tornare all’antico. Si tratta di una torta tipica del Veneto, e in particolare del Polesine. Parliamo di una zona vasta, adagiata dolcemente tra il basso corso dei fiumi Adige e Po.

Smeggiassa torta tradizionale

Questo dolce ha davvero una storia molto antica, che si può ritrovare comunemente negli usi e tradizioni medioevali. Questo dolce ha diversi nomi, come “smeada”, “meassa”, “smiassa, “smejassa”, “megiaza”, ma la sostanza non cambia sensibilmente.

la smeggiassa - Uva Passa

Il termine deriva certamente da “migliaccio”; torta tipicamente medioevale, impastata con sangue di maiale e farina di miglio. Dalla composizione deriva direttamente il nome stesso, quindi dai cereali minori, quelli poveri, coltivati nelle campagne polesane. Tonando alla nostra smeggiassa, senza dubbio, questo dolce, semplice e genuino, appartiene alla più autentica tradizione della cucina contadina ed è impastato tassativamente con farina di mais, e farina di grano. Per preparare la smeggiassa si usa anche acqua di cottura del musetto, dello zucchero, miele, uva passa, fichi secchi, buccia di arancia, grappa, e della zucca arrostita in forno. Questi sono pressappoco gli ingredienti basilari della ricetta.

Ingredienti della torta del Polesine

Esiste qualche variante da zona a zona, ma sempre elementi derivanti da una cucina povera; autentica che riporta a tempi andati. Nella ricetta odierna talvolta vengono utilizzati anche i ciccioli di maiale che tuttavia, non sempre incontrano il favore degli appassionati moderni di dolci, che prediligono ingredienti più leggeri e digeribili.

la smeggiassa - Torta Di Noci

In alcune zone, nella realizzazione corrente di questa ricetta, i ciccioli di maiale sono comunemente sostituiti con mele. Per preparare una torta di media grandezza, occorrono 3 uova, 300 gr. di farina doppio zero, 300 gr. di farina gialla. Inoltre occorreranno 300 gr. di zucchero semolato fino, 300 gr. di strutto, circa 300 gr. di zucca lessata, e almeno 50 gr di fichi secchi. Infine servono 50 gr di uvetta, almeno 70 gr. di noci, altrettanto di nocciole, cedrini e 100 gr, di mele.

Impasto e cottura

Si preparano tutti gli ingredienti per essere amalgamati insieme un po’ per volta, per ottenere un impasto omogeneo, morbido da suddividere a mano. La cottura poi avviene su una teglia, generalmente d’alluminio. In una pentola di rame con acqua o bollente e strutto, si devono aggiungere le farine gradualmente e poi gli altri ingredienti un po’ per volta; lavorando tutto, procedendo come si fa per la polenta.

la smeggiassa - Farina

Infine si deve riempire con il composto una tortiera imburrata cosparsa di pane grattugiato. L’impasto e la cottura, anche se fatti in pasticceria, sono sempre gli stessi, e seguono la procedura tradizionale. Questa torta della tradizione del Polesine, è l’ideale per essere consumata a fine pasto, magari con un vino passito. La smeggiassa, radicata nel territorio, si trova comunemente in alcune pasticcerie locali, o anche in tanti negozi di generi alimentari.

La smeggiassa, l’antica torta del Polesine ultima modifica: 2019-06-28T09:55:38+02:00 da simona aiuti

Commenti

To Top