I CRESPINESI RACCONTANO CRESPINO

itCrespino

LUOGHI DI RITROVO PROMUOVI

La Romanina, uno scrigno tra innovazione e ruralità

66f6fba6 26e1 429c 94d6 B995d06ff56d

Tra le periferie di Crespino, un tempo cuore di esso, passava una strada che conduceva dall’attracco di Gavello (scalo portuale di Adria) all’interno della pianura Padana. Da qui partiva una via di comunicazione denominata Visentina che, nell’arco dei secoli portò all’insediamento di popolazioni e alla conseguente nascita del paese. Truppe, eserciti, mercenari ma anche mercanti e briganti passarono per queste paludose terre.
A San Cassiano, nella località Romanina emergono ancora reperti di un vicus romano. Proprio qui la strada cambiava nome da Visentina a Romanina e proseguiva per la volta di Pontecchio Polesine.

La Romanina

La Romanina eventi

A pochi chilometri dalla riva del fiume Po, tra fossati e campagne, immersa nella tranquillità e nei profumi della natura splende l’antica cascina.
La location, ubicata nelle vicinanze della strada provinciale 33, nel panorama emblematico della cultura rurale, venne rilevata all’asta dalla famiglia Rigon, proprietaria dell’azienda Agroservizi srl.
Il minuzioso restauro ha valorizzato l’immobile riportando in luce le antiche pietre e le lignee travi della struttura che ad oggi si legano in simbiosi con i profumi e i suoni della natura circostante.

L’inaugurazione

La Romanina Eventi - inugurazione 2 giugno 2019

Lo scorso 2 giugno, tra i festeggiamenti del 73° anno dall’istituzione della Repubblica Italiana, si è celebrata l’inaugurazione della Romanina.
Incisiva l’introduzione dell’evento ad opera di Luca Lazzarini che nell’attesa dei festeggiamenti, ha intrattenuto il pubblico facendolo riflettere sulla tematica dell’ottimismo come vettore di successo.

Si realizzano sempre le cose in cui credi realmente;
e il credere in una cosa la rende possibile
cit. Frank Lloyd Wright

A seguire ha preso parola il proprietario Fabrizio Rigon, emozionato del successo raggiunto perchè per la famiglia, la Romanina è “un luogo del cuore”. Il padre di Loretta Zanforlin (moglie di Rigon) fu fattore nell’allora azienda agricola. Entusiasta del cammino intrappreso ha inoltre ringraziato Paolo Crepaldi del Ferrari Club di Adria e tutti gli ospiti tra cui il sindaco di Crespino.

La Romanina- inaugurazione

Taglio del nastro

Importanti le parole del primo cittadino che attraverso la spiegazione etimologica della parola “successo”, ha sottolineato come ogni singola persona possa essere fondamentale e Rigon con il suo impegno ha ridato dignità a quello che oggi si può considerare un gioiello del territorio.

Ridere spesso e di gusto; ottenere il rispetto di persone intelligenti e l’affetto dei bambini; prestare orecchio alle lodi di critici sinceri e sopportare i tradimenti di falsi amici; apprezzare la bellezza; scorgere negli altri gli aspetti positivi; lasciare il mondo un pochino migliore, si tratti di un bambino guarito, di un’aiuola o del riscatto da una condizione sociale; sapere che anche una sola esistenza è stata più lieta per il fatto che tu sei esistito. Ecco, questo è avere successo.

Giunti all’apice dell’evento, tutti gli ospiti radunati d’innanzi all’ingresso della struttura hanno assistito alla benedizione, da parte del parroco Graziano Secchiero, e al magico momento del taglio del nastro ad opera di Fabrizio Rigon.

La Romanina- benedizione

Inizià così la rinascita della Romanina, una struttura che nell’innovazione tecnologica mantiene il fascino della cultura rurale. Questa, la location ideale per importanti eventi, esposizioni, meeting, matrimoni e ricevimenti esclusivi.
Non esitate a visitare la Romanina, ne rimmarrai sicuramente affascinato !

Per maggiori info:
Via San Cassiano, Crespino (RO)
E-MAIL: [email protected]
TEL: +39 339 798 0092

La Romanina, uno scrigno tra innovazione e ruralità ultima modifica: 2019-06-07T09:00:57+02:00 da Gianmaria Alberghini

Commenti

To Top