ITINERARI NOI

Il Polesine, le alluvioni e i suoi paesi come Ceregnano

il Polesine - Caregnano

Il Polesine, terra antica e ricca di peculiarità nasconde vestigia che è bello riscoprire. Prendiamo ad esempio il territorio di Ceregnano a due passi da Crespino, abitato già in età romana.

Il Polesine e la fede in Veneto

Il Polesine cela, ma anche svela, luogo come il borgo di Caregnano, formatosi nel medioevo. Sappiamo che nel 1438 il paese conobbe la condizione d’essere completamente sommerso dalle acque, condizione non rara in questa zona.

Il Polesine - Crocifisso

Qui comandano i corsi d’acqua dell’Adige, di Alopera e Castagnaro. Non solo la violenza delle acque ma anche del fuoco, poiché tempo dopo, un incendio distrusse tutto e poi ancora una terribile alluvione. Terra martoriata e gente abituata al sacrificio. Solo nel XVI secolo sotto l’egida di Venezia, sul territorio si effettuarono lavori arginali di bonifica. Nella zona, le preghiere hanno cercato sempre di arginare la furia delle acque. A tal proposito si può visitare il Santuario del Cristo dell’alluvione. Ancora una volta, l’ennesima, nel 1951 le acque del fiume Po sommersero quasi completamente la provincia di Rovigo e quindi anche Caregnano.

Cristo Alluvionato

La popolazione lasciò le case fuggendo e solo in pochi rimasero in paese aspettando il ritiro delle acque. A Lama Polesine, frazione di Ceregnano, rimasero circa ottanta persone. Si racconta che un tale Amedeo Braghin, mentre si recava a bordo della sua barca nel vicino paese di Fasana vide galleggiare qualcosa.

Il polesine - casa locale dimessa
fonte – Spazioinwuind

Mosso a curiosità per la strana sagoma, che non si distingueva nella nebbia, tornò a cercare, poiché il pensiero non gli dava requie. Alle prime luci dell’alba, cercando, trovò un crocifisso di legno senza croce. Era il 2 dicembre 1951, e Braghin caricò l’effige sacra sulla barca e la portò a casa. Nonostante le tante ricerche, non si scoprì mai la provenienza del crocifisso, rimasto nella storia come “Cristo Alluvionato”. In seguito, la Sovrintendenza delle Belle Arti datò la scultura come risalente ai primi anni dell’Ottocento. Nacque in conseguenza dell’evento, la Chiesa Santuario del Cristo dell’Alluvione a Lama Polesine.

Le alluvioni del Polesine e Caregnano

Si tratta di una chiesa in stile moderno, poi demolita e ricostruita nel 1968. Pregevole è anche il Monumento ai caduti delle alluvioni di tutto il mondo. A tal proposito, c’è la Festa Votiva del Cristo dell’Alluvione, celebrata ogni anno nella seconda domenica di giugno.

il polesine - Alluvione

La chiesa fu definitivamente consacrata sotto la guida di Don Roberto Pavani il 20 maggio 1979; con cerimonia presieduta da S.E. Mons. Maria Giovanni Sartori Vescovo della Diocesi di Adria e Rovigo. La prima messa fu celebrata da Don Roberto Pavani nella notte di Natale del 1968. La Chiesa di San Tommaso apostolo XX sec., sita nel centro della frazione di Pezzoli, venne edificata in sostituzione del precedente edificio del quale rimane l’originario campanile. Pregevole anche l’Oratorio della Beata Vergine Addolorata. La Chiesa di San Martino è del XVIII sec.

Architetture di Caregnano

La chiesa arcipretale intitolata a San Martino di Tours è sede parrocchiale; sita in il Piazza Guglielmo Marconi nei pressi del Palazzo Comunale. La bella struttura architettonica presenta una sola navata, una facciata a due ordini, con forma e disegno allungato, e terminante in un timpano. Essa è impreziosita da una lunetta sull’ordine superiore con un Cristo mosaicato, e sotto due statue in altrettante nicchie ai lati del portale.

il Polesine - terreno Alluvionato

Quella di sinistra raffigura San Bellino di Padova, patrono della Diocesi di Adria-Rovigo, e quella a destra raffigura San Martino di Tours. Bello anche il Palazzo Comunale XIX sec, edificato durante il Regno d’Italia è attualmente sede municipale. Incantevole anche Villa Passarella del XVIII sec. nelle vicinanze della frazione di Lama Polesine si affaccia alla sponda sinistra del naviglio Canalbianco.

Simona Aiuti

Autore: Simona Aiuti

Mi chiamo Simona Aiuti, sono giornalista, web editor e autrice di romanzi. La scrittura è parte di me; amo la letteratura, esplorare i mutamenti del costume, la storia, lo sport, e l’arte. Mi piace visitare i musei, le mostre. Sono affascinata dall’inconoscibile e curiosa del mondo.
Il Polesine, le alluvioni e i suoi paesi come Ceregnano ultima modifica: 2019-08-12T19:17:42+01:00 da Simona Aiuti

Commenti

To Top