I CRESPINESI RACCONTANO CRESPINO

itCrespino

ARTE PERSONAGGI

Elisa Bertaglia, artista internazionale di Crespino

Elisa Bertaglia - un'opera della Bertaglia

Elisa Bertaglia, originaria di Crespino, 37 anni, ci rende orgogliosi, per estro e creatività. Abbiamo quindi un’artista rodigina tra le selezioni per la residenza d’artista Kunstraum Lllc per il 2021, a Brooklyn (New York).

Elisa Bertaglia

Elisa Bertaglia, pittrice e artista visiva, eclettica e visionaria, dopo aver frequentato il liceo scientifico Paleocapa di Rovigo si trasferisce a Venezia; dove frequenta l’Accademia di Belle Arti. E’ nel 2009 che consegue la laurea di secondo livello in pittura con lode.

Elisa Bertaglia - foto dell'artista di Crespino

Tuttavia, già nel 2008 inizia le prime collaborazioni con curatori e critici d’alto livello, molti dei quali sono ancora attivi nel suo percorso professionale. Tra l’altro ha collaborato con Riccardo Caldura, curando Devozioni Domestiche, una collettiva per la Galleria Contemporaneo, a Mestre; scrivendo anche un saggio per il catalogo della mostra di Venezia. Città incontrovertibilmente ispiratrice, infatti, successivamente offre a Elisa una borsa di studio per una collaborazione didattica all’Accademia. Sempre nella Serenissima, è selezionata per la 54ª Biennale con l’opera ‘Populus III’; un polittico di 28 dipinti e disegni su carta. La trama narrativa dell’opera, allude al mito di Fetonte; evocativo in modo prorompente di Crespino.

Elisa Bertaglia e l’Accademia di Belle arti di Venezia

Attraverso un linguaggio onirico, visionario, nonché evocativo, Elisa Bertaglia, si fa largo nel mondo dell’arte contemporanea. Tra il 2013 e il 2014, l’artista originaria di Crespino, ha preso parte a due residenze d’artista all’interno dei progetti intitolati “Dolomiti contemporanee” e “Progetto Borca”. Entrambi curati dal critico d’arte Gianluca D’Incà Levis; esponendo tra l’altro al Nuovo Museo di Casso e all’ex villaggio Eni di Borca di Cadore. Nondimeno, Elisa da anni partecipa a mostre personali e collettive in Italia e all’estero.

Elisa Bertaglia - opere pittoriche della Bertaglia

Certamente, nella ricerca artistica di Elisa, è importante il mondo dell’inconscio, della natura, e della memoria; rappresentato sempre attraverso un approccio complesso, fatto di vari dipinti e disegni su carta, ma anche su legno o tela di varie dimensioni. Parliamo di wall drawings, piccole installazioni e site, ovvero progetti specifici. Possiamo dire senz’altro che attraverso un linguaggio onirico e simbolico, l’artista dipinge e disegna la natura.

Guggenheim di Venezia

Osserviamo anche bambini, immersi in paesaggi immaginari, ma evocati nella possibilità di esistere. Orbene, ricordiamo che nel 2016 Elisa Bertaglia ha vinto anche una residenza d’artista presso la Eskff, Eileen S. Kaminsky Family Foundation; al ‘Mana Contemporary’ di Jersey City, negli Stati Uniti. Vanto di Crespino è che un’opera dell’artista polesana è entrata a far parte della collezione permanente della fondazione. Del resto, dal 2009 molti dei suoi lavori sono stati selezionati in premi e sono esposti in importanti gallerie, musei e istituzioni, sia in Italia sia all’estero.

Elisa Bertaglia - opere di Elisa Bertaglia esposte

Tra questi il museo Guggenheim di Venezia; il centro culturale Borges a Buenos Aires, in Argentina; la 54ª Biennale di Venezia; il Mana Contemporary di Jersey City; il Sunny Art Centre a Londra, in Inghilterra; il Museo d’Arte Moderna e Contemporanea a Saitama, in Giappone. Infine, le gallerie di riferimento riguardo Elisa Bertaglia sono le ‘Officine dell’Immagine’ di Milano.

Weber & Weber di Torino

La troviamo pure al Martina Corbetta di Monza, Weber & Weber di Torino, Galerie Mz ad Asburgo, e Pierogi Flat Files a New York. L’artista attualmente vive e lavora tra Rovigo, Milano e New York. Infine, in lei non c’è mai un approccio illustrativo. Bertaglia ricerca, esplora e indaga il concetto di soglia come metamorfosi; probabilmente difficile e necessaria alla ricerca e allo sviluppo dell’identità. Restiamo a guardare tele, disegni in cui vivono radici e foglioline intrecciate, ma anche bambini e animali selvatici, immersi nello spazio da riempire di vita, o legati su rami di piante carnivore. Si tratta di simboli, all’interno di un mondo fatto di riti e regole che forse narrano il passaggio tra l’incoscienza e la coscienza.

Fonte foto- pag. uff. Facebook Elisa Bertaglia

Elisa Bertaglia, artista internazionale di Crespino ultima modifica: 2020-12-29T12:10:00+01:00 da simona aiuti

Commenti

To Top