I CRESPINESI RACCONTANO CRESPINO

itCrespino

ARTE NOI

Achille Lauro, artista poliedrico con origini polesane

Achille Lauro - Lauro in versione David Bowie

Achille Lauro, uno degli artisti che ha suscitato più attenzione allo scorso San Remo, ha origini poelsane. Riservato sulla vita privata, Lauro non ha mai parlato delle sue origini, tuttavia sappiamo che suo nonno materno era Archimede Zambon, personaggio politico di spicco. Interessante la storia che lega Lauro al Polesine e dopo tutto il suo spetto un po’ la evoca.

Achille Lauro

Achille Lauro, vero nome all’anagrafe veneta, Lauro de Marinis, nato a Verona l’11 luglio del 1990. Poi la famiglia si è trasferita nella capitale. Lauro è cresciuto a Serpentara, dichiarandosi da sempre romano, come si evince dall’accento, ma a ben guardarlo ha un aspetto molto “veneto”. Al riguardo, Achille, così poliedrico, emulando quasi i look di Lady GAGA, ha vissuto a lungo nella cintura periferica romana. Anni vissuti talvolta pericolosamente, ma è riuscito a emergere.

Achille Lauro - città di Verona
fonte foto – Pixabay

Come ha affermato l’artista tempo fa, da ragazzino avrebbe posseduto almeno una trentina di motorini che guidava, ma nessuno era il suo! Trucco talvolta pesante, tatuaggi sul volto e una scrittura autoriale molto particolare, Achille Lauro stupisce i benpensanti. Hanno fatto scalpore i travestimenti da David Bowie, la nobildonna Casati, la regina Elisabetta I, e addirittura la rivisitazione di San Francesco. L’artista romano d’adozione, si era già presentato a San Remo 2019.

Achille Lauro e le origini polesane

Aveva cantato il brano Rolce Royce, suscitando attenzione, e quest’anno il successo è stato esplosivo in radio. I critici hanno storto il naso, ma è il pubblico che decide, e molti esperti lo hanno applaudito. Un’altra interessante curiosità sull’artista emergente riguarda il suo cognome che si scrive con il “de” minuscolo. Come sappiamo, si tratta di un cognome vergato in oro nella storia dell’araldica italiana, poiché nobile.

Achille Lauro - Lauro in tour
fonte foto – pagina uff. Facebbok

Orbene Achille Lauro, oltre ad avere origine polesana, potrebbe essere addirittura discendente di conti. Quasi sicuramente Achille discenderebbe da un ramo cadetto di una casata nobiliare. Sempre riguardo le origini polesane, il nonno, noto politico della Balena Bianca, la  DC, si chiamava Archimede, alias,“nonno Zambon”, ma per tutti era solo Lauro. Egli, fra gli anni ‘80 e ‘90 fu consigliere provinciale, presidente della Camera di commercio, e noto professionista. Nessuno chiamava Zambon con il suo nome, Archimede, ma lo chiamavano tutti solo Lauro.

Archimede Zambon

Questo noto nonno così importante, alla fine degli anni ‘90 si era trasferito a Padova insieme al resto della famiglia, con la moglie Flavia e due figlie. Di queste figlie, la mamma del cantante si era trasferita a Roma, invece lo zio Achille, era un bravo musicista. Orbene, dopo avere vissuto e lavorato per un periodo a Rovigo si era infine spostato a Jesolo. Nondimeno si comprende che l’origine del nome di battesimo del cantante romano quasi sicuramente deriva dal nonno materno. Infine, si evince anche da dove deriva l’altra parte del nome del cantante, che ha scelto come nome d’arte, quello di Achille Lauro, ispirato al noto armatore napoletano. Chissà, magari prima o poi lo vedremo in Polesine per dei concerti e ci dirà qualcosa sulle sue origini così interessanti e nostrane!

Achille Lauro, artista poliedrico con origini polesane ultima modifica: 2020-02-14T09:00:00+01:00 da simona aiuti
To Top